DISDICI TISCALI CASA CON UN CLICK

Tra i vari gestori di telefonia più famosi in Italia troviamo senza dubbio Tiscali, fondata a Cagliari nel 1998 e che offre non solo servizi telefonici ma anche ADSL e fibra.
Di seguito spiegheremo come fare per dare disdetta del contratto Tiscali Casa. La procedura è abbastanza semplice e può avvenire in qualsiasi momento.

Come richiedere la disattivazione dei servizi Tiscali

Innanzitutto per poter recedere dal contratto Tiscali occorre inviare una raccomandata A/R all’operatore con la specifica richiesta di cessazione del servizio allegando una copia del documento d’identità del titolare della linea al seguente indirizzo:

Tiscali Italia S.p.A.
Servizio Clienti
Località Sa Illetta S.S. 195 km 2,300
09123 – Cagliari

Normalmente la richiesta di disdetta viene evasa entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.
Gli apparecchi come modem o altro presi in comodato d’uso o a noleggio vanno restituiti invece al seguente indirizzo:

Tiscali Italia S.p.A C/O filiale magazzino SDA-Cagliari
Via Betti S.n.C Zona Industriale CASIC Est
09030 Elmas Cagliari

oppure possono essere consegnati presso un Centro Tiscali; in caso contrario viene addebitata all’utente una spesa che va dai 20 ai 60 Euro.

Costi di disdetta Tiscali

I costi di disdetta Tiscali sono variabili. In genere per recedere dal contratto è previsto il pagamento di una penale che dal 1 Gennaio 2019 corrisponde ad una mensilità di canone, mentre per quanto riguarda il servizio J 4G+ Unlimited la disdetta è gratuita. Oltre quest’ultimo vi sono anche altri casi in cui non è previsto nessun corrispettivo da pagare per il recesso.

Il Servizio Clienti Privati Tiscali è disponibile al numero 130 per fornire tutte le informazioni a riguardo, mentre per le Aziende il numero è 192130.
In alternativa si può visitare il sito di assistenza.

Quando è possibile recedere dal contratto Tiscali senza penali

Diritto di ripensamento

Secondo il Codice del Consumo (D.L. 6 settembre 2005) ci si può avvalere del “diritto di ripensamento“: se infatti la richiesta di disdetta avviene entro 14 giorni dalla stipula del contratto non è dovuta alcuna somma di denaro; in questo caso nel modulo da inviare occorre far riferimento al decreto legislativo in questione.

Modifica unilaterale delle condizioni contrattuali

Nell’eventualità in cui Tiscali apporti delle modifiche alle condizioni del contratto in essere è possibile recedere senza pagare nulla entro 30 giorni dalla comunicazione delle stesse. Trascorso tale periodo entreranno in vigore le nuove condizioni e la richiesta di disdetta sarà a pagamento.

Disservizi

Il recesso non prevede alcuna penale anche nel caso in cui ci sia un malfunzionamento del servizio Tiscali. Trovandosi in questa situazione si dovrà inviare un reclamo sempre tramite raccomandata A/R certificando il disservizio da parte dell’operatore.

Cosa fare se si vuole cambiare operatore

Se invece l’intenzione è quella di passare a un altro gestore la procedura, chiamata “migrazione”, cambia e sarà compito del nuovo operatore scelto comunicare la richiesta del cliente al vecchio gestore, in questo caso Tiscali.

Affinché la procedura vada a buon fine l’intestatario del servizio deve immancabilmente fornire al nuovo gestore il “codice di migrazione”, codice identificativo utile a semplificare il passaggio da un operatore all’altro. Generalmente si trova nell’ultima pagina della bolletta Tiscali, altrimenti è possibile richiederlo collegandosi direttamente sul sito.
Anche il processo di migrazione ha un costo che varia tra i 26,22 euro e i 43,36 euro a seconda del servizio.