DISDICI ENGIE GAS CON UN CLICK

Engie, nata dalla fusione tra Gaz de France e Suez, è un punto di riferimento mondiale nell’energia a basse emissioni di CO2. Propone da sempre soluzioni a basso contenuto di carbonio, totalmente integrate e sostenibili, anche grazie a moderne soluzioni tecnologiche.

Engie ha sempre puntato molto al cambiamento e ha sempre voluto contribuire attivamente ad un progresso più armonioso. Per questo negli anni si è dotata di un parco di produzione di energia diversificato : solare, eolico, biomasse, impianti di ultimissima generazione che forniscono energia a basso impatto ambientale.

Nonostante l’azienda francese sia molto apprezzata, sia per le sue tariffe sia per il suo impegno nei confronti della riduzione delle emissioni, potresti avere la necessità di cambiare fornitore.

Le motivazioni per disdire il tuo contratto potrebbero essere tante, potresti aver ricevuto un’offerta migliore o trovarti con una casa ormai non più utilizzata con le utenze da chiudere definitivamente. Qualunque sia il motivo, cercheremo di aiutarti a capire cosa fare e quali saranno le difficoltà che potresti incontrare.

Informarci per capire cosa fare

● Per prima cosa conviene recuperare il contratto e leggerlo per bene. Possiamo, in alternativa, chiamare direttamente l’azienda per capire se eravamo legati ad un periodo minimo di permanenza come cliente. Teniamo sotto mano una bolletta e il nostro numero cliente quando ci apprestiamo a telefonare.
● Se la disdetta è dovuta ad una proposta che ci è parsa più conveniente, sarà importante valutare bene la tariffa e le condizioni contrattuali offerte dal nuovo fornitore, in modo da non avere brutte sorprese.

Disdire il nostro contratto con Engie

● Engie ha messo a disposizione un numero verde 800 422 422 (Attivo 7 giorni su 7, 24 ore su 24)che potrai contattare per ottenere informazioni più precise. Tieni a portata di mano il numero cliente, ti sarà utile quando parlerai con l’operatore.
● Come cliente, probabilmente sarai registrato all’Area Clienti. Basterà entrare in quest’area dal sito www.engie.it utilizzando il tuo nome utente e la password (ricorda : quando ti registri in un qualunque sito conserva sempre le credenziali in un posto sicuro) e potrai accedere facilmente a tutte le informazioni necessarie.

Altri aspetti da considerare

Una volta che hai deciso di cambiare fornitore o chiudere definitivamente un’utenza, potresti trovare qualche difficoltà. Le principali che potresti incontrare sono due. Vediamole nel dettaglio e cerchiamo di capire come poterle superare.
● Assicurati di aver pagato tutte le bollette con regolarità, altrimenti non potrai recedere dal contratto finché non avrai saldato tutte le fatture pendenti, oltre a rischiare seriamente che l’azienda ti faccia includere nelle liste dei cattivi pagatori.
● Se devi richiedere l’annullamento definitivo della tua fornitura dovrai probabilmente presentare più documenti. Assicurati di riuscire a procurarti tutte le carte necessarie, documenti di identità e tutto ciò che ti verrà richiesto.

Voglio scegliere un nuovo fornitore. Come posso fare ?

La liberalizzazione del settore energetico ha aperto molte strade. Oggi è possibile, anche grazie a comodi portali on-line, confrontare con facilità le varie tariffe offerte dai numerosi fornitori di energia presenti sul territorio nazionale. Ciascuno di noi, si sa, ha esigenze diverse, abitudini diverse, case e aziende diverse, con bisogni energetici profondamente diversi.

Sarà nostro compito, prima di scegliere un fornitore di energia adatto a noi, capire per bene quali sono queste esigenze. Dopodiché la scelta sarà sicuramente più semplice e ragionata.

Tra i fornitori italiani tra cui scegliere ricordiamo
● Enel
● Eni
● Illumia
● Acea
● E.ON
● Eviva
● Fintel
● Sorgenia
● Aemme
● Coop
● Iren